Muore dopo essersi lavata i denti. Era allergica al componente del dentifricio



La notizia è rimbalzata su giornali e social ed ha subito allarmato i genitori.
Sì è vero, una bimba è morta per aver utilizzato un dentifricio contenente proteine del latte, essendo lei allergica in modo grave a queste.
La colpa?????

A parer mio la colpa è del professionista che ha indicato un prodotto con proteine del latte (e sono davvero molto pochi in commercio) senza fare un'attenta anamnesi alla paziente o, peggio, senza sapere davvero cosa stava consigliando di usare.
Esatto! I problemi sono 2 ed entrambi gravi.

Il primo è : il professionista (dentista o igienista) che ha consigliato questo prodotto remineralizzante con proteine del latte, sapeva che la sua giovane paziente era allergica? Presumo di no.

Il secondo è: il professionista sapeva che il prodotto contiene proteine del latte e non può essere indicato agli allergici alle stesse? Spero di sì.

Quella povera madre, a ragione, non ha controllato i componenti perchè il 99,9% dei dentifrici non hanno proteine del latte; altresì , a ragione, si è fidata del professionista a cui sono sicura aveva detto che la figlia ha tale allergia (i genitori su queste cose sono estremamente pignoli ed a ragione). Lei non ha colpa ed ha perso una figlia per assoluta negligenza del professionista.

Ora parliamo di questi prodotti.
Per anni li ho usati e continuo ad utilizzarli, ma, così come ho diminuito nettamente l'utilizzo del fluoro nella mia pratica clinica e nel sostegno domiciliare al paziente, perchè ci sono troppe controversie a riguardo ed ho trovato un principio attivo altrettanto efficace senza rischi ed effetti collaterali; altresì ho diminuito nettamente l'utilizzo di questi prodotti con caseina e proteine del latte, come la Thoothmousse della GC, proprio perchè troppo spesso mi viene detto "mio figlio è allergico ai latticini" " ho un'allergia alle proteine del latte" " sto facendo indagini per allergie varie".

Non sono prodotti pericolosi, funzionano molto bene, ma proprio perchè stiamo diventando una popolazione allergica a troppe cose, non mi metto anche io a stimolare eventuali reazioni avverse.

Questo è un altro dei motivi per cui mi sono specializzata nell'utilizzo di prodotti con microrepair
 e senza altro oltre al minimo necessario perchè un dentifricio abbia un buon sapore e protegga e ripari lo smalto proteggendo da placca e carie.

Se vuoi sapere di più riguardo al microrepair vai alla pagina Cosa sono i microrepair? Clicca qui

Se sei un igienista dentale, farmacista, pediatra, dentista, medico vai al sito dedicato a noi professionisti Coswell Oral Care Professional

Preferisco dentifrici senza parabeni (a me la nutrizionista ha addirittura detto che quando ritinteggio casa è preferibile utilizzi vernice senza parabeni), perchè non fanno bene ed i denti ce li laviamo tutti i giorni per tutta la vita.
Preferisco dentifrici senza SLS (a me, troppa schiuma in bocca provoca conati) perchè ci sono persone a cui gli schiumogeni possono dare fastidio.
Preferisco dentifrici che fanno il lavoro che promettono senza spiacevoli danni collaterali estetici (alcuni fluori, la clorexidina, moltissimi principi attivi naturali, silici abrasive, molti coloranti facilitano la pigmentazione dello smalto.
Preferisco dentifrici italiani, perchè amo il made in Italy.
Preferisco Biorepair ed in assoluto preferisco la linea plus dal collutorio al dentifricio, anche se trovo tutti i prodotti buonissimi, ma la linea da farmacia mi ha sempre garantito risultati in tempi brevi e senza mai insoddisfazione del paziente, quindi perchè cambiare, visto il costo anche molto simile.











microRepair®

Commenti

Post popolari in questo blog

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Il sesso orale per sconfiggere l'alitosi!

Conoscere, evitare e/o diminuire gli effetti collaterali di chemio e radio terapia nella cavità orale