Passa ai contenuti principali

La mia prima volta in farmacia...un successo



Era la prima volta per me in una farmacia!
Ma prima di laurearmi facevo la promoter nei centri commerciali per Braun ed altri marchi e da 16 anni sono la prima dottoressa che il paziente conosce in studio, quindi un po' ci so fare col pubblico.

Sono la dott.ssa Alice, io mi presento così.
Non amo creare distacco professionale, non me ne frega mi si dia del lei, lo so che d'aspetto dimostro molto meno di 41 anni e non ho problemi a farmi dare del tu.

Oggi il mio compito era diviso in 3 parti:
.- screening di igiene orale, istruzione all'igiene e consigli di acquisto.
 Con l'aiuto di specchietti e specilli sterili, con guanti e mascherina ho osservato la bocca di 18 adulti ed 1 bambina che han chiesto di farsi guardare ed ho mostrato loro la probabile causa dei problemi che mi hanno manifestato. La problematica maggiore era l'alitosi, la seconda il sanguinamento delle gengive.
Solo 1 di loro aveva una carie evidente, la bambina.
La maggior parte aveva dentatura sana e molto bella, molti con sanguinamento gengivale, oserei dire tutti. In alcuni casi era evidente la necessità di eseguire una seduta di igiene, ma non in tutti.

Mi trovavo nella farmacia Aurora, di corso Giulio Cesare angolo corso Brescia a Torino, una zona particolare della mia città, chi non è di Torino può pensare alle ultime notizie di cronaca riguardo lo sgombero dell'asilo occupato dagli anarchici, ero proprio lì dietro.
La zona è il più grande esempio di miscellanea cittadina che si possa avere, la varietà di popoli, lingue e cultura nella zona è bellissima.
Ho dovuto tirar fuori tutto il mio inglese migliore e anche arrangiarmi col francese, ma è stato molto interessante come esperimento, soprattutto avere l'ennesima conferma che solo noi italiani non abbiamo ancora capito che i denti si lavano quotidianamente perchè così il corpo resta in salute.


Ho istruito tutti allo scovolino, nessuno lo usava, molti lo hanno subito acquistato.
Ho mostrato lo spazzolamento corretto ed è stato divertente lo stupore negli sguardi, quando poi facevo l'esempio della scopa sul pavimento, tutti annuivano a mo di dire " ma certo, perchè non ci ho mai pensato prima".
Nella foto qui sopra il Fontanarosa mi ha immortalata mentre spiegavo a questo ragazzo che il blanx è molto meglio del colgate one, perchè non è abrasivo, non è aggressivo e non contiene sostanze irritanti, l'unica pecca è che costa il doppio... l'ho convinto comunque e l'ho salvato possiamo dirlo no?



Nonostante l'abitudine del 99% dei clienti della farmacia all'acquisto di spazzolini duri, lo spazzolino Biorepair, con la sua impugnatura studiata appositamente per facilitare la tecnica di igiene, è piaciuto molto.

Comunque ho potuto conoscere una realtà che raramente si reca dal dentista, molti di loro sono seguiti, molto lentamente, dalle asl, la bimba con la carie sul deciduo, che ha avuto la diagnosi a Dicembre, la curerà solo a Marzo, questo è un abominio secondo me, ma purtroppo l'odontoiatria pubblica è ancora troppo lenta per permettere una ottima prevenzione.

Sapete cosa ho apprezzato davvero tantissimo: la fiducia nella mia professionalità perchè i farmacisti avevano detto che sarebbe venuta la dott.ssa igienista dentale a spiegare come avere una igiene orale corretta, il fatto che abbiano prenotato e siano venuti tutti sapendo che gli avrei spiegato come lavarsi i denti... i miei colleghi capiranno lo stupore. Quante volte in studio ci sentiamo dire " vorrà mica insegnarmi a lavarmi i denti?"...ebbene ci sono persone che prendono appuntamento proprio per questo... positivo direi no?



Tutto questo è stato possibile grazie a Coswell sezione Oral Care (la divisa rossa e blu è in onore dei colori Coswell infatti), in particolare Biorepair.
Mettendomi a disposizione materiale e supporto e seguendo la farmacia selezionata, mi hanno permesso di fare un'ottima figura sia con i "pazienti" che con la farmacia stessa, creando una piacevole sinergia e facilitando il fatto che lì non cambieranno le mie indicazioni terapeutiche dicendo che il collutorio Elmex o Biosmalto sono la stessa cosa... hanno capito tutti la differenza tra idrossiapatite altamente biodisponibile e tutto il resto. Ed anche solo per questo, io sono molto felice.

Grazie Coswell, in particolare grazie a Gianluigi Fontanarosa e Carmen De Lucia, perchè senza di loro, non avrei mica potuto farlo.


Commenti

Post popolari in questo blog

Black is the new BlanX! Il nuovo dentifricio provato per voi.

È nato da poco un nuovo dentifricio della famiglia Coswell: BlanX Black ai carboni attivi.

Lo sto provando e posso dire che come tutti i BlanX è delicato, dal sapore piacevole senza essere troppo invadente ed illumina subito il sorriso.

Vorrei poi segnalare una cosa che non sapevo e mi ha dato qualche bella idea per bimbi poco vogliosi di lavarsi i denti. Ai bambini avere tutta la bocca grigia ( perchè la schiuma diventa grigia) piace tantissimo e li stimola a lavarsi a lungo i denti. La figlia del mio fidanzato non vedeva l'ora di provarlo ed è stata 5 minuti a lavarsi i denti guardandosi con attenzione.

Attenzione è un dentifricio per adulti, quindi non può essere usato quotidianamente se ci sono numerosi denti da latte, ma avendo un basso potere abrasivo può aiutare nella motivazione dei più piccoli.

Per saperne di più, se siete colleghi potete trovare tutte le info nel gruppo Coswell Oral Care Club di facebook a questo link https://www.facebook.com/groups/738041049880735/perm…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

Famiglia è chi condivide il portaspazzolino (cit. Ikea)

La splendida risposta di Ikea al congresso di Verona.