Passa ai contenuti principali

La storia degli igienisti dentali italiani sta cambiando e io ci sono

Quando mi sono laureata io, il 22 Ottobre 2002 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia "A.Avogadro" di Novara, si chiamava ancora Diploma di Laurea in Igiene Dentale e a Torino non c'era, come in molte altre città italiane.
 Il giorno dopo la discussione della tesi (per il mio solito culo) è stato modificato il titolo in Laurea di 1° livello in Igiene Dentale ed erano necessari un numero maggiore di crediti per averlo.
Così nel 2004 mi iscrissi nuovamente all'università presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Tor Vergata a Roma per fare la conversione in Laurea, dando esami aggiuntivi, facendo altre ore di tirocinio (pare che le 3000 già fatte non fossero sufficienti :) ) e ridiscutere la tesi.
Il lato positivo è che se nel 2002 uscii con 103/110 nel 2004 uscii con 110/110 con lode, non male direi.



Da allora sono successe tantissime cose e per alcune c'è anche il mio zampino.
Sì! Perché dovete sapere che io sono nata per combattere e per far valere i diritti miei e di chi è come me e questa professione da me scelta, beh aveva bisogno di sgomitare per farsi conoscere, valere, per interrompere il meccanismo presente da decenni secondo cui chiunque facesse un po' di gavetta nello studio dentistico a fianco al dentista poteva poi fare il mio lavoro.
Già, la prima grande guerra, che pian piano (ma c'è ancora tanto lavoro da fare) stiamo vincendo è proprio la lotta all'abusivismo e all'approssimazione con cui viene svolto un lavoro così importante come la prevenzione della salute orale.
Chiariamo, non lavo i denti alla gente eh! Mi occupo di riportare in salute la loro bocca, per riportare in salute il loro corpo, non sono uno spazzolino da denti, sono una professionista.



Ho iniziato a lottare appartenendo ad associazioni di categoria, ma sapete come funziona, un'associazione ha delle regole burocratiche, politiche, di etichetta e questo comporta una lentezza che, per una come me risulta insopportabile.

Avevo bisogno di fare qualcosa davvero, concretamente, velocemente...ed ho passato quasi un decennio a rifletterci, a progettare, a capire come. Un grande aiuto me l'han dato l'avvento di internet e delle comunità virtuali e poi...

Avevo tutto chiaro nella mia testa avrei usato il web per far capire alle persone che l'igienista dentale non è la donna delle pulizie e nemmeno la moglie o amante del dentista, che la salute orale è importante e che gli specialisti studiano e si fanno migliaia di ore di tirocinio per offrire la massima serietà e professionalità.

Poi un giorno per caso mi ritrovai in poltrona una persona che ...che trasformò la mia idea in realtà.
Parlò del mio progetto ad una società di software straniera, la AddWare Europe Ltd. e questa lo trovò innovativo, interessante, precursore dei tempi e decise di diventare parnter nel realizzarlo.

Fu così che nacque Oralcare.pro.



Prima di diventare un network ed un app, ci furono 8 mesi di lavoro senza sosta, di riunioni in conference online, di scambio di mail, dati, informazioni, notizie. Dubbi e notti insonni ormai erano una consuetudine, anche perchè dovevo comunque lavorare e mantenermi, quindi tutto questo avveniva nei momenti liberi (la notte, i week end, i giorni di festa).

Nel 2015 la creatura che fino ad allora viveva solo nella mia testa, aveva cominciato ad occupare anche una parte dell'hardware della software house e presentammo una demo del progetto a Verona al congresso SISIO dove la prof.ssa Gianna Nardi ci premiò per il progetto tecnologico ed innovativo migliore.
Ma fu un percorso in salita. Stavamo stravolgendo tutte le regole del gioco. Un database pubblico e gratuito? Un network con un'app per il paziente?
Stavo forse cercando di creare una nuova associazione?

No! Sia mai! Già mi fa ridere come pur essendo meno di 10000 igienisti dentali in tutta Italia siamo riusciti a dividerci in ben 3 associazioni, ma poi che sbattone e poi un'associazione sarebbe vincolata da quella burocrazia e lentezza conseguente che io volevo proprio evitare.

No. Oralcare.pro voleva essere ciò che in fondo è per prima l'Europa a chiederlo: un database pubblico dei professionisti del settore, questo era l'obiettivo iniziale a cui si legava un servizio di informazione/educazione e divulgazione per la popolazione che, come precursori, negli anni in cui c'erano solo poche decine di app nel campo medico (oggi si parla di centinaia di migliaia), avevamo scelto di offrire tramite un app gratuita, senza pubblicità scaricabile in tutto il mondo (anche se solo in lingua italiana) per Apple e Android.

E fu così che cominciò un lungo percorso che ancora sta andando avanti.
Tra i primi servizi che volevo offrire agli igienisti dentali che avessero scelto di condividere il progetto c'era un supporto concreto al duro lavoro di prevenzione del tumore del cancro orale.
Da troppo tempo avevo capito che i miei colleghi avevano l'esigenza di avere subito un rapido confronto con dei veri professionisti visto che, troppo spesso, i colleghi prendevano sotto gamba le loro segnalazioni o iviavano la palla al medico di base, poco informato sull'esistenza dei patologi orali, che cominciavano a far fare giri immensi a sti poveri pazienti.

Così dalla primavera del 2015 è iniziata una fitta corrispondenza con il Prof. Sergio Gandolfo, patologo orale e mio riferimento per il decennio precedente ogni qualvolta mi si presentasse un dubbio.
Gli raccontai cosa avevo creato e cosa volevo sviluppare. Ne fu entusiasta ed iniziammo a lavorare a come praticamente far svolgere la cosa, coinvolgendo poi la Prof.ssa Pentenero, la Prof.ssa Campisi ed il Prof. Lo Muzio. Loro 4 hanno poi portato il progetto al congresso della società SIPMO raccogliendo il voto favorevole dei soci ad aderire come parther al progetto di Oralcare.pro, era Ottobre 2015.

Da dicembre 2015 iniziarono le prime iscrizioni dei soci attivi SIPMO ad Oralcare.pro ed oggi sono 32 quelli che ufficialmente collaborano quotidianamente, disponibili ad un confronto continuo.



Ad oggi (sono andata a contarle per non sbagliare) il servizio è stato utilizzato 193 volte. Questo significa che per 193 pazienti c'è stato un servizio rapido di confronto ed invio a specialista e chissà, probabilmente a qualcuno è stato evitato un futuro infausto.

Sono molto orgogliosa del servizio di valutazione, perché io sono un'igienista fortunata, lavoro a Torino, dove c'è l'eccellenza dei patologi orali, ci sono ben 2 strutture (San Luigi di Orbassano e Dental School di Torino) dove poter inviare per diagnosi differenziale, ma molti miei colleghi vivono in città e regioni dove tutto questo non c'è...e pensateci un attimo ve la sentireste di dire a un vostro paziente, scusi si faccia 400 km in auto o si prenda un aereo perché ho un dubbio? Dura eh!

Prima che qualcuno urli all'abusivismo, vorrei chiarire che i patologi non danno una diagnosi via web, ma aiutano l'igienista che è sempre tenuto a confrontarsi con i suoi colleghi ed inoltre indicano se ci sono patologi nelle vicinanze o centri specializzati o più specifici di altri per l'invio per diagnosi differenziale.

Dopo questo passo c'era un'altra cosa che ritenevo fondamentale per i miei colleghi e me, un'assicurazione specifica e dedicata e con prezzi modici. Confrontandomi con i colleghi ce n'erano di ogni, chi pagava 180 euro, chi 500, ma nessuna assicurazione era specifica per noi, eravamo classificati infermieri o dentisti o professionisti senza un titolo specifico. Quando chiedevi per cosa ti coprivano erano vaghi e....

Fu il mio secondo passo.
Nel 2016 iniziai un lungo dialogo con la Pampirio&Partners una società assicurativa nell'astigiano che aveva deciso di scommettere sulla mia richiesta.
Così al tavolo delle trattative si aggiunse una società di broker inglese e iniziammo a valutare punto per punto le esigenze, i rischi e le possibili problematiche che poteva trovarsi ad affrontare un igienista dentale nella sua pratica lavorativa .
E nella primavera del 2017 firmai un contratto con queste società con un accordo valido fino a tutto il 2020 per una polizza assicurativa RC con tutela legale a 120 euro annui solo per gli igienisti dentali Oralcare Pro.



Tutte queste cose, tutti questi tasselli, tutte queste aggiunte al progetto iniziale erano frutto della mia volontà, del mio tempo e dei miei soldi...e come potete immaginare si arriva ad un punto dove è necessario tirare le somme e capire dove si vuole andare.
Premetto, non ho mai pensato di guadagnare da Oralcare.pro, volevo fare qualcosa per la categoria, volevo realizzare qualcosa che ci desse prestigio e ci aiutasse, ma non potevo più mantenere tutto da sola, nemmeno un figlio costa così tanto... e fu così che la visionaria igienista dentale affrontò i suoi incubi peggiori ed iniziò un percorso formativo di Marketing Relazionale con la dott.ssa Barbara Boaglio, perché era giunto il momento di trovare gli sponsor e trovare la giusta chiave di lettura per attrarli.

Oggi Oralcare.pro non potrebbe continuare a crescere e ad offrire sempre nuovi servizi (ne ho raccontati solo due dei tanti presenti e dei molti in arrivo) se la Coswell Spa non avesse abbracciato la filosofia ed il progetto e scelto di sostenerlo, perchè crede nella figura dell'igienista dentale e nell'innovazione e vuole aiutare questa categoria a crescere per migliorare la salute delle persone.

Coswell Spa è stato il 3° grande successo di questo grande sogno. Un partner ideale, con tutte le caratteristiche che desideravo avesse un partner. Una azienda made in Italy, innovativa, seria, con una ricerca attiva e incentrata sul migliorarsi sempre, con prodotti che FUNZIONANO veramente e che fanno la differenza (perchè ragazzi diciamocelo, i soldi potevo anche trovarli, ma vuoi mettere avere come sponsor qualcuno in cui credi veramente!!!) .
Coswell Spa scelta come azienda certificata Oralcare.pro



Ed eccoci qua...siamo alle porte dell'autunno del 2018, il 12% degli igienisti dentali italiani hanno scelto di far parte del primo network indipendente al mondo di igienisti dentali per migliorare la salute orale del paziente... e io sono sicuramente esausta, ma molto felice e mi ritrovo qui...alle 01.43 del mattino, dopo aver finito di sistemare alcune cose per oralcare.pro ad aver voglia di raccontarvelo...perchè se tutto ciò accade è perchè gli igienisti dentali hanno scelto di credere in loro e di puntare sul futuro, che ormai è presente direi.



Per saperne di più :
sito Oralcare.pro 
app Oralcare Pro per il pubblico
app Oralcare Pro MASTER per il professionista
pagina FB: oralcare.pro
gruppo solo per professionisti: oralcare.pro info, consigli e guida all'utilizzo 
gruppo Linkedin: Oralcare.pro
mail: staff@oralcare.pro






Commenti

Post popolari in questo blog

Afte in bocca ? Campanello d'allarme per intolleranze e celiachia

Una volta si diceva " afta da trincea o da studente", così ancora le studiai io nel lontano 1999/2000.


 Le afte in bocca (quelle bollicine col puntino bianco ed il contorno rosso che compaiono spesso su lingua labbra e guance) sono sempre state ad eziologia sconosciuta e spesso considerate una causa consecutiva ad uno stress traumatico (matita in bocca mi faccio male, prendo le impronte ortodontiche e mi infastidisce, faccio l'impianto e mi bucano l'osso) o uno stress psicologico (appunto in guerra in trincea o gli studenti sotto esame).

Se russi usa Biorepair notte

Secondo un recente studio dell'Accademia italiana di conservativa (Aic) chi russa o respira male durante la notte mette a rischio lo smalto dei denti e facilita la comparsa di carie.


Il motivo è ovvio, chi russa respira con la bocca e di conseguenza ha secchezza che determina una modificazione del ph e del mifrobioma orale!

La prevenzione primaria sarebbe mettersi l'apparecchio, come forse non saprete cambiando l'occlusione, spesso aprendo il palato il problema si risolve!

Ma ipotizzando voi non abbiate interesse e russare vi piaccia 🤣 accettate il consiglio di ub'igienista fidanzata con un russatore seriale, usate i dentifrici con microrepair della linea Biorepair, in particolare suggerisco l'utilizzo di 3 prodotti specifici:

Biorepair plus protezione totale ( presidio medico acquistabile in farmacia e online)

Biorepair notte ( acquistabile nei supermercati ed online)

⭕ Biorepair Pro Scudo Attivo ( acquistabile nei supermercati ed online) .

Perchè?

Proprio p…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.