Passa ai contenuti principali

La pubblicità funziona, solo se si ha coraggio di osare!

Vi ricordate la geniale pubblicità del Buondì Motta, che fa la parodia alla casa del Mulino Bianco, ma fa cadere l'asteroide in testa alla mamma e poi anche al papà?

Quanto se n'è parlato? Ancora viene da ridere a vederla vero?
E le polemiche ( sterili)?
Io che non ho più comprato merendine al supermercato ho scelto di premiare il genio e me le son subito ricomprate. Voi?

Ma non è mica finita.
Sono in molti che han scelto di osare in questo modo e sono tutti grandi Brand o lo sono diventati per averlo fatto!

Come Saffo, una società che fa funerali e che ormai fa sorridere centianai di migliaia di persone ogni giorno sul web, giocando sui fatti di cronaca quotidiana e sulla morte in modo semplice e divertentissimo.


E vogliamo parlare della sempre geniale Ikea che prende in giro la settimana della moda di Milano e fa sorridere le stesse aziende che sbegfeggia?


Secondo me dei geni! Ma analizzando il tutto seriamente è chiaro che il metodo funziona.
Sì perchè diciamocelo, siamo anche un po' stufi delle solite pubblicità che ci dicono quanto quello o l'altro prodotto siano il meglio, cosa può covincerci a non cambiare canale durante lo spot se non qualcosa che catturi la nostra attenzione?
E cosa ci invoglia a scoprire di più se non un post che ci faccia sorridere?
Quanti di voi su un social scoprono di più se l'informazione è noiosa e eccessivamente seria? Nessuno, ve lo dico io.
E quanti guardano la pubblicità statica che vi dice che coccolino rende tutto più morbido? Ma nessuno...coccolino ce lo propinano da 40 anni, cazzo!

Sbaglio?
Vi chiederete perchè un'igienista dentale si metta a scrivere un post così!
Perchè una come me si interroga giornalmente su come farvi smettere di comprare prodotti poco efficaci al supermercato e farmacia secondo una memoria storica di qualcosa che non è più ciò che era forse 40 anni fa...e la conclusione è che comunque una pubblicità d'effetto potrebbe fare la differenza...no?

Immaginatevi un Ronaldo mentre si veste col completo Valentino in Hotel e la cameriera che all'improvviso sviene avvicinandosi...ma non oerchè è bono...ma perchè ha un alito pestilenziale...e poi la mia frase " perchè lavarsi i denti senza pulire gli spazi interdentali è come farsi la doccia senza lavarsi le ascelle"...secondo me ci sarebbe un'impennata di vendita di scovolini e fili interdentali...ne sono certa!

Ecco perchè ne scrivo, ma qualcuno volesse prendere spunto 🤣

Commenti

Post popolari in questo blog

Black is the new BlanX! Il nuovo dentifricio provato per voi.

È nato da poco un nuovo dentifricio della famiglia Coswell: BlanX Black ai carboni attivi.

Lo sto provando e posso dire che come tutti i BlanX è delicato, dal sapore piacevole senza essere troppo invadente ed illumina subito il sorriso.

Vorrei poi segnalare una cosa che non sapevo e mi ha dato qualche bella idea per bimbi poco vogliosi di lavarsi i denti. Ai bambini avere tutta la bocca grigia ( perchè la schiuma diventa grigia) piace tantissimo e li stimola a lavarsi a lungo i denti. La figlia del mio fidanzato non vedeva l'ora di provarlo ed è stata 5 minuti a lavarsi i denti guardandosi con attenzione.

Attenzione è un dentifricio per adulti, quindi non può essere usato quotidianamente se ci sono numerosi denti da latte, ma avendo un basso potere abrasivo può aiutare nella motivazione dei più piccoli.

Per saperne di più, se siete colleghi potete trovare tutte le info nel gruppo Coswell Oral Care Club di facebook a questo link https://www.facebook.com/groups/738041049880735/perm…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

Basta TRICLOSAN nei dentifrici. Vincono i consumatori

Quante volte vi ho detto " scegliete bene il vostro dentifricio" " datemi retta" " controllate cosa contiene".

Per anni ho sempre chiesto come mai ci fosse triclosan nei dentifrici colgate e per anni la risposta è sempre stata identica.
La società si è sempre difesa sostenendo che il prodotto è ammesso dall’autorità farmaceutica americana, la FDA, e che aiuta a combattere la gengivite. In Europa, Colgate ha spiegato che “i comitati scientifici indipendenti della Commissione europea hanno valutato diverse volte il triclosan e hanno concluso che si tratta di un componente sicuro per un dentifricio”. Inoltre, la società spiega sul suo sito web che le recensioni fatte dalla FDA, dall’American Dental Association, da alcune agenzie governative e da altre fonti indipendenti in Europa e nel resto del mondo confermano che “l’uso del triclosan nei dentifrici è sicuro, e riconoscono che Colgate Total fornisce un importante beneficio per la salute orale “.

Per questo …