Passa ai contenuti principali

La pubblicità funziona, solo se si ha coraggio di osare!

Vi ricordate la geniale pubblicità del Buondì Motta, che fa la parodia alla casa del Mulino Bianco, ma fa cadere l'asteroide in testa alla mamma e poi anche al papà?

Quanto se n'è parlato? Ancora viene da ridere a vederla vero?
E le polemiche ( sterili)?
Io che non ho più comprato merendine al supermercato ho scelto di premiare il genio e me le son subito ricomprate. Voi?

Ma non è mica finita.
Sono in molti che han scelto di osare in questo modo e sono tutti grandi Brand o lo sono diventati per averlo fatto!

Come Saffo, una società che fa funerali e che ormai fa sorridere centianai di migliaia di persone ogni giorno sul web, giocando sui fatti di cronaca quotidiana e sulla morte in modo semplice e divertentissimo.


E vogliamo parlare della sempre geniale Ikea che prende in giro la settimana della moda di Milano e fa sorridere le stesse aziende che sbegfeggia?


Secondo me dei geni! Ma analizzando il tutto seriamente è chiaro che il metodo funziona.
Sì perchè diciamocelo, siamo anche un po' stufi delle solite pubblicità che ci dicono quanto quello o l'altro prodotto siano il meglio, cosa può covincerci a non cambiare canale durante lo spot se non qualcosa che catturi la nostra attenzione?
E cosa ci invoglia a scoprire di più se non un post che ci faccia sorridere?
Quanti di voi su un social scoprono di più se l'informazione è noiosa e eccessivamente seria? Nessuno, ve lo dico io.
E quanti guardano la pubblicità statica che vi dice che coccolino rende tutto più morbido? Ma nessuno...coccolino ce lo propinano da 40 anni, cazzo!

Sbaglio?
Vi chiederete perchè un'igienista dentale si metta a scrivere un post così!
Perchè una come me si interroga giornalmente su come farvi smettere di comprare prodotti poco efficaci al supermercato e farmacia secondo una memoria storica di qualcosa che non è più ciò che era forse 40 anni fa...e la conclusione è che comunque una pubblicità d'effetto potrebbe fare la differenza...no?

Immaginatevi un Ronaldo mentre si veste col completo Valentino in Hotel e la cameriera che all'improvviso sviene avvicinandosi...ma non oerchè è bono...ma perchè ha un alito pestilenziale...e poi la mia frase " perchè lavarsi i denti senza pulire gli spazi interdentali è come farsi la doccia senza lavarsi le ascelle"...secondo me ci sarebbe un'impennata di vendita di scovolini e fili interdentali...ne sono certa!

Ecco perchè ne scrivo, ma qualcuno volesse prendere spunto 🤣

Commenti

Post popolari in questo blog

Afte in bocca ? Campanello d'allarme per intolleranze e celiachia

Una volta si diceva " afta da trincea o da studente", così ancora le studiai io nel lontano 1999/2000.


 Le afte in bocca (quelle bollicine col puntino bianco ed il contorno rosso che compaiono spesso su lingua labbra e guance) sono sempre state ad eziologia sconosciuta e spesso considerate una causa consecutiva ad uno stress traumatico (matita in bocca mi faccio male, prendo le impronte ortodontiche e mi infastidisce, faccio l'impianto e mi bucano l'osso) o uno stress psicologico (appunto in guerra in trincea o gli studenti sotto esame).

La Banca delle visite, che aiuta tutti senza burocrazia! Hai presente il caffè sospeso?

Sono nella saletta d'attesa della scuola di ginnastica ritmica, sto aspettando una bellissima bimba che sta allenandosi e nel mentre leggo una notizia su fb riguardo primari in pensione che offrono visite gratuite a Novara.

Dico bravi, ma questo servizio esiste già da molto tempo e chi lo mette a disposizione non ha mai cercato titoloni sul giornale.

Ne sono venuta a conoscenza a Maggio, quando ho partecipato a un incontro informativo sulla mutua sanitaria di MBA e mi si è aperto un mondo.
Quel giorno ho scoperto molte cose sulla sanità pubblica e non più gratuita italiana, su come nel resto d'Europa ( o quasi) tutti a 18 anni si preoccupano di proteggere la loro salute con la mutua e di come in Italia meno dell'8% lo faccia e quasi nessuno conosca questa realtà.
Badate bene ho detto mutua sanitaria, non assicurazione sanitaria e una delle tante differenze tra le due cose è che la prima è deducibile e non si somma alla spesa sanitaria, la seconda non è deducibile ed inolt…

Il mal di denti a Natale si può evitare.

Ve lo ripeto ogni anno, ad ogno festività...eppure!!!
L'aumentata assunzione di zuccheri va controllata lavandosi meglio e di più i denti ed aiutandoli con prodotti e strumenti adeguati


Nel video vi spiego come.
P.s. è tutto molto semplice, basta farlo.