Passa ai contenuti principali

Come prendersi cura del proprio sorriso quando si ha l'influenza o il raffreddore


La stagione dei malanni è arrivata!Al rientro dei bambini a scuola sono comparsi subito i primi sintomi influenzali e il solito, onnipresente, raffreddore.




Quando abbiamo il raffreddore , o le vie aeree occluse, solitamente, non riusciamo a respirare correttamente dal naso e , spesso, la notte dormiamo a bocca aperta.

Il sonno a bocca aperta, oltre a favorire il russamento, ha spiacevoli conseguenza sulla vostra bocca, quali :
- bocca secca, asciutta e impastata
- denti sensibili
- maggior accumulo di placca dura sui denti, specialmente sulle superfici vestibolari (la parte visibile del dente) degli incisivi superiori
- sapori strani in bocca
- alitosi
- denti macchiati
- gengive dolenti e che sanguinano



Oddio! Tutto questo perché respiro con la bocca , anziché col naso?
Ebene si, oltre al fatto che, sovente, si assumono farmaci o spray per uscire dal processo influenzale, che possono peggiorare la situazione della bocca.

Quindi cosa dovrei fare per evitare o limitare questi problemi ?

Sarebbe facile rispondere, dormire con la bocca chiusa. Ma mentre il problema della bocca aperta nel sonno, può essere risolto con una buona terapia ortodontica e gnatologica, altrettanto non è possibile quando il problema è legato a occlusione delle vie aeree per forme influenzali o di raffreddamento.
A questo punto dobbiamo prevenire e limitare i danni.

Il modo più semplice è :

- bere molta acqua durante l'intera giornata, minimo 2 litri al giorno
- lavare i denti dopo ogni pasto, ma soprattutto prima di andare a dormire
- passare lo scovolino ed il filo interdentale tra ogni dente prima di andare a dormire
- spazzolare la lingua tutti i giorni, preferibilmente la mattina appena svegli, prima di fare colazione.





Oltre alle classiche manovre di igiene, spazzolare i denti, pulire in mezzo ai denti e la lingua, ci sono alcune cose che, in qualità di igienista dentale, vi suggerisco di fare.
Questi consigli sono utili per tutti i casi di difficile respirazione nasale, quindi anche dopo interventi , in caso di problemi di apnea notturna , asma, allergie, etc...

Uno dei primi problemi che si riscontrano respirando con la bocca, anziché con il naso sono le gengive infiammate e/o dolenti .

Per aiutare le gengive, e le mucose in generale, a non soffrire troppo di questo problema vi suggerisco l'utilizzo di prodotti contenente lattoferrina, così da aiutare la saliva a proteggere le mucose ed, in contemporanea, aiutare la bocca a evitare secchezza.

Tra i prodotti che prediligo ci sono la linea :

Oralis collutorio (biopharm) : sciacqui puri dopo il lavaggio dei denti, per minimo 60 secondi, durante tutto il periodo influenzale e per i 15 giorni successivi.

Forhans Gengifor compresse (uragme) : 2 compresse al giorno, succhiare lontano dai pasti e a bocca pulita. Fino a 4 al giorno nei giorni di maggior problemi respiratori.Proseguirne l'utilizzo per 30 giorni dopo la fine del processo influenzale.

Per evitare o tamponare il problema di denti sensibili e la formazione di placca dura sugli incisivi (che diviene subito dura perché si mescola col muco nasale che si deposita in bocca) .

Ovviamente lavare spesso i denti, si consiglia lavaggi prima e dopo i pasti, così da evitare che il cibo ed il colore dei cibi aderiscano a depositi di placca già indurita dalla respirazione. A questo associo sempre l'utilizzo di dentifrici nutrienti e riparatori e di prodotti a base di bicarbonato, per mantenere il equilibrio il ph della bocca, ed evitare l'inizio di processi cariosi o erosivi.

Tra i prodotti che prediligo ci sono :

Spazzolino
Sonico Philips Sonicare HelthyWhite+
oppure
Rotoscillante Oral b 6000, perché sicuramente gli spazzolini elettrici eliminano molto meglio i depositi rispetto ai manuali.






Cariex spray: spray a base di bicarbonato e xylitolo. 2 puff in bocca dopo i pasti, dopo aperitivi, sigarette, caffè. Prima di coricarsi .Proseguirne l'utilizzo anche per i 15 giorni successivi al processo
influenzale

Dentifrici Biorepair plus protezione totale (quello da farmacia con il 33% di microrepair) o Sensodyne repair&protect (quello da farmacia con Novamin). Indico principalmente questi due dentifrici riparatori poiché non contengono Sls, che, in caso di infiammazione delle mucose e secchezze, può (a volte ) provocare ulteriori irritazioni.
Sono comunque ottimi e possono essere utilizzati in sostituzione : Regenerate e Vitis Whitening, tutti dentifrici rigeneranti con microtecnologia.

Per sapere come utilizzare correttamente i prodotti scarica l'app gratuita Oralcare Pro

Se poi volete che vi passi velocemente il raffreddore , ricordatevi che l'influenza è una patologia virale, quindi deve fare il suo decorso, ma si può limitare o tamponare il "naso che cola" con l'aiuto di integratori a base di vitamina c o di altri elementi.
Io solitamente utilizzo

Efferbiotic della GSE oppure Allerbeta della Stardea, seguendo le indicazioni del bugiardino.

Ah. Mi raccomando.Lavatevi le mani.








Commenti

Post popolari in questo blog

Black is the new BlanX! Il nuovo dentifricio provato per voi.

È nato da poco un nuovo dentifricio della famiglia Coswell: BlanX Black ai carboni attivi.

Lo sto provando e posso dire che come tutti i BlanX è delicato, dal sapore piacevole senza essere troppo invadente ed illumina subito il sorriso.

Vorrei poi segnalare una cosa che non sapevo e mi ha dato qualche bella idea per bimbi poco vogliosi di lavarsi i denti. Ai bambini avere tutta la bocca grigia ( perchè la schiuma diventa grigia) piace tantissimo e li stimola a lavarsi a lungo i denti. La figlia del mio fidanzato non vedeva l'ora di provarlo ed è stata 5 minuti a lavarsi i denti guardandosi con attenzione.

Attenzione è un dentifricio per adulti, quindi non può essere usato quotidianamente se ci sono numerosi denti da latte, ma avendo un basso potere abrasivo può aiutare nella motivazione dei più piccoli.

Per saperne di più, se siete colleghi potete trovare tutte le info nel gruppo Coswell Oral Care Club di facebook a questo link https://www.facebook.com/groups/738041049880735/perm…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

Famiglia è chi condivide il portaspazzolino (cit. Ikea)

La splendida risposta di Ikea al congresso di Verona.