Passa ai contenuti principali

PETIZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO INTEGRALE ALL’INDENNITA’ DI MATERNITA’

PETIZIONE AL MINISTRO DEL LAVORO PER IL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO INTEGRALE ALL’INDENNITA’ DI MATERNITA’ ANTICIPATA

 Pubblichiamo di seguito il testo della Petizione.
Per aderire alla Petizione occorre scaricare il testo della Petizione
( dal sito www.ideaigienistidentali.it)
firrmarlo, scannerizzarlo o fotografarlo, ed inviarlo via mail all'indirizzo petizionematernita@gmail.com

 Alle 9.00 d questa mattina siamo arrivati a 469 sottoscrizioni.
 Appena arriviamo a 1000, la inviamo, con copia di tutte le sottoscrizioni, al Ministero del Lavoro. Condividete il più possibile tra i vostri colleghi e le vostre colleghe.

QUI IL TESTO CHE POTETE COPIARE

Le sottoscritte, igieniste dentali, lavoratrici autonome, iscritte obbligatoriamente alla Gestione Separata INPS,
PREMESSO

A) che l’indennità di maternità anticipata è un’anticipazione del congedo di maternità riconosciuta dalla legge: a) nel caso di gravi complicanze della gravidanza o di preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza (a titolo di esempio, le cosiddette “gravidanze a rischio”)

 b) quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna o del bambino;

c) quando la lavoratrice addetta al trasporto e al sollevamento pesi, nonché a lavori pericolosi faticosi e insalubri, non possa essere spostata ad altre mansioni

B) che l’indennità di maternità anticipata spetta anche alle lavoratrici iscritte alla Gestione Separata INPS;

 C) che, però, alle lavoratrici autonome, come le igieniste dentali, iscritte alla Gestione Separata INPS, l’indennità anticipata spetta esclusivamente nell’ipotesi sub a), quindi è esclusa, soprattutto, quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna o del bambino;

D) che l’Igienista Dentale, anche in quanto operatore sanitario, svolge la propria attività professionale in condizioni di lavoro ed ambientali di assoluto pericolo per la salute propria e, soprattutto, per la salute del bambino, sia per la postura da assumere, sia per la potenziale presenza di fattori gravemente patogeni;

E) che, infatti, è alto, nello svolgimento dell’attività professionale di Igienista Dentale il rischio di contrarre infezioni come l’HIV e l’HCV, oltre a tutte le altre infezioni trasmissibili per via aerea;

F) che, per tal motivo, nella quasi totalità dei casi Igienista Dentale in stato di gravidanza è costretta ad astenersi ( o le viene chiesto dal committente di astenersi) dall’attività professionale molto tempo prima del periodo di “maternità normale”, subendo un gravissimo danno economico, in quanto risulta priva della benché minima prestazione previdenziale;

G) che questa situazione viola ogni principio costituzionale ed ogni norma di legge in tema di uguaglianza di trattamento e di tutela della maternità.

TUTTO CIO’ PREMESSO Le sottoscritte chiedono un immediato intervento legislativo che estenda alle lavoratrici autonome iscritte alla gestione separata INPS il diritto integrale all’indennità di maternità anticipata anche e soprattutto nell’ipotesi di condizioni di lavoro o ambientali pregiudizievoli per la salute della donna o del bambino.

La presente viene inviata per conoscenza, affinchè aderiscano alla Petizione e pongano in essere tutte le opportune iniziative, alle Parlamentari donne della Repubblica Italiana.

NOME E COGNOME                                                     FIRMA





Commenti

Post popolari in questo blog

I dentifrici neri e la nuova levata di scudi sulle supposizioni

Ieri, mentre aspettavo i pazienti, ho dato una lettura a Facebook ed ho visto sulle pagine di molti colleghi una levata di scudi contro i dentifrici ai carboni attivi, quelli neri per intenderci.

Al che, preoccupata, visto che da poco ho rilevato clinicamente che non hanno effetti collaterali e possono essere tranquillamente utilizzati, sono andata a leggermi l'articolo da cui tutti hanno preso la notizia ( vai all'articolo QUI ).



L'ho letto e non ho ben capito come mai è diventato subito il nemico numero uno dei colleghi.
Leggendo l'articolo si evince che:
- si basa su una revisione bibliografica precedente al 2017
- si suppone che possa creare danni, ma non vi sono nè prove, nè certezze, nè dimostrazioni in vivo o in vitro della cosa.
- si suppone possano restare residui tra le otturazioni o nei solchi
- si suppone l'abrasività sia troppo aggressiva
-si dichiara sia senza fluoro

Sulla dichiarazione del senza fluoro si sofferma moltissimo l'articolo, sappiamo…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.