Passa ai contenuti principali

la vittoria di #Pirro degli odontoiatri e medici dentisti.

VITTORIA DI PIRRO DEI MEDICI DENTISTI E DEGLI ODONTOIATRI

La tanto festeggiata presunta vittoria di ANDI ed AIO nei confronti degli Igienisti Dentali, costituita dalla sentenza emessa nella giornata di ieri dal TAR dell'Emilia Romagna con la quale, in pratica, si disconosce il diritto degli Igienisti Dentali " in Emilia Romagna" ad aprire un autonomo studio di Igiene Dentale, in realtà è una vera e propria "vittoria di Pirro" perchè, se è vero che comporta risvolti negativi per gli Igienisti Dentali, è altrettanto vero che comporta risvolti ancor più negativi per la classe odontoiatrica.
La sentenza del TAR dell'Emilia Romagna, nel dare al concetto di autonomia professionale dell'Igienista Dentale un'interpretazione limitata, soprattutto per una discutibile interpretazione del termine "indicazione", di fatto dichiara che l'Igienista Dentale, pur svolgendo formalmente un'attività autonoma, non può essere considerato un "professionista autonomo" a pieno titolo, conservando una "dipendenza professionale di fatto" dall'odontoiatra.
Ne consegue che da domani in poi tutti gli Igienisti Dentali potranno rivolgersi all'Ispettorato del Lavoro per denunziare la violazione della Legge Fornero in materia di Partite IVA simulate, con gravissime conseguente economiche per gli studi odontoiatrici che saranno costretti a "riconoscere" che in realtà, il rapporto di committenza con gli Igienisti Dentali altro non è che un rapporto di dipendenza "simulato". 
Quindi: a) ricostruzione del rapporto di lavoro dalla data del suo inizio; b) riconoscimento dei diritti del Contratto Collettivo Nazionale; c) riconoscimento di ferie, permessi ed altro; d) pagamento dei contributi INPS ed INAIL ; e) rifusione dei contributi pagati dagli Igienisti Dentali alla gestione Separata INPS. 
Non solo, ma ANDI non ha letto ( o, se lo ha letto, ha fatto finta di nulla) il passaggio della sentenza del TAR che, interpretando il disposto della Legge Bindi, ha di fatto escluso la possibilità che gli studi odontoiatrici, anche quelli "professionali", possano sfuggire alle autorizzazioni regionali.
Cosa succederà in quelle regioni dove lo studio professionale di odontoiatria si può aprire con una semplice DIA?
Detto questo, è bene fare delle precisazioni:
a) la sentenza del TAR impegna solo la Regione Emilia Romagna, quindi, allo stato, nessun problema sorge per gli studi di igiene dentale nelle altre regioni;
b) quello che abbiamo detto in tempi non sospetti, ossia che gli igienisti dentali pensano esclsuivamente all'implementazione delle competenze, dimenticandosi che il riconoscimento della vera autonomia professionale - che passa dall'abolizione del concetto di "indicazione" - è la prima e vera battaglia, si è avverato in tutta la sua gravità;
c) è sbagliato e controproducente il comportamento di chi pensa che esistano associazioni "autosufficienti" che, in virtù di un diritto di primogenitura, possano avere e fare tutto senza il supporto dell'intera categoria: è l'ora che qualcuno faccia il mea culpa e "si abbassi" a riconoscere che solo il supporto di tutti, nessuno escluso, può portare a qualche vittoria e che le battaglie solitarie conducono solo a sonore sconfitte.



Testo copiato e condiviso dal profilo facebook Consulenza Legale Igienisti Dentali (che ringrazio per come si sta prendendo cura della nostra professione) 

Commenti

  1. Ci sono un sacco di dentisti e medici in generale che fanno il loro lavoro a causa del denaro, e pochissimi lo fanno perché amano questo lavoro.
    dentista rijeka

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Black is the new BlanX! Il nuovo dentifricio provato per voi.

È nato da poco un nuovo dentifricio della famiglia Coswell: BlanX Black ai carboni attivi.

Lo sto provando e posso dire che come tutti i BlanX è delicato, dal sapore piacevole senza essere troppo invadente ed illumina subito il sorriso.

Vorrei poi segnalare una cosa che non sapevo e mi ha dato qualche bella idea per bimbi poco vogliosi di lavarsi i denti. Ai bambini avere tutta la bocca grigia ( perchè la schiuma diventa grigia) piace tantissimo e li stimola a lavarsi a lungo i denti. La figlia del mio fidanzato non vedeva l'ora di provarlo ed è stata 5 minuti a lavarsi i denti guardandosi con attenzione.

Attenzione è un dentifricio per adulti, quindi non può essere usato quotidianamente se ci sono numerosi denti da latte, ma avendo un basso potere abrasivo può aiutare nella motivazione dei più piccoli.

Per saperne di più, se siete colleghi potete trovare tutte le info nel gruppo Coswell Oral Care Club di facebook a questo link https://www.facebook.com/groups/738041049880735/perm…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

Conoscere, evitare e/o diminuire gli effetti collaterali di chemio e radio terapia nella cavità orale

Post aggiornato nel 2017 qui Evitare o diminuire sintomi da bocca che brucia

Quello che deve sopportare il paziente oncologico è un percorso: duro, doloroso, pesante e lungo.  Per questo motivo, dovrebbe essere compito e dovere di ogni professionista della salute, far in modo di poter alleviare il più possibile ogni effetto collaterale del percorso di guarigione.   Tra i principali problemi delle terapie tumorali ci sono numerose patologie e disturbi alla bocca che potrebbero essere alleviati, o addirittura, evitati se le persone venissero semplicemente preparate al problema.  Come ?   Io, Alice, vi do i miei suggerimenti, che derivano da 10 anni di esperienza sul campo e vari protocolli di prevenzione di alcuni centri oncologici all'avanguardia in Italia. 
 Prima di tutto prevenire.
 Qualora sappiate di dovervi , purtroppo, sottoporre a terapia chemio o radio il primo consiglio è :  andate a farvi fare una bella detartrasi ( pulizia dei denti) e una applicazione professionale di fl…