Passa ai contenuti principali

Prenditi cura della bocca di tuo figlio (da prima che nascano i dentini)

Una cosa che in pochi sanno e che nessun (pochi) pediatra insegna è che la bocca va pulita anche se non ci sono ancora denti.



 Perchè? 
Perchè appena il bambino esce dalla pancia entra a contatto con i batteri e anche con quelli della bocca. Questo comporta la formazione di una flora batterica aggressiva e non che se non eliminata giornalmente sarà poi causa di dolore per i bimbi alla nascita dei denti e successivamente di probabili problemi di carie e gengivite.



Cosa fare allora? 
Facilissimo.
Bastano una garza e un pò d'acqua oppure un dito in silicone con spazzolino annesso (in italia li vendono nei negozi di animali, ma sono gli stessi che nel mondo vendono nei negozi per bambini ) . La bocca va pulita dopo ogni poppata.

  E come si pulisce la bocca di un neonato? 

Ci si avvolge la garza intorno al dito indice (ben pulito) la si inumidisce con acqua o acqua e bicarbonato e si passa il dito lungo le guance, sulle gengive e sulla lingua. 




 Risultato? 
Prima di tutto una bocca pulita. Poi insegnare al bambino ad avere le mani in bocca, così riuscirete a lavargli anche i denti quando arriveranno. Terzo evitare quello spiacevole problema del bimbo che piange dal male dei denti che spuntano . 

Ma perchè il bimbo non avrà male allo spuntare dei denti se pulisco la bocca? 
Semplice, perchè pulendo la bocca eliminerete i batteri che altrimenti allo spuntare dei dentini andranno sotto gengiva ad infiammare e causare dolore. 

E quando spuntano i primi dentini?
Si può continuare a usare la garzina fino a 3-4 anni o il dito in silicone, oppure acquistare gli spazzolini morbidi appositi per bambini sotto i 6 anni. Ricordate niente dentifricio al fluoro prima dei 6 anni, si può anche evitare di usarlo. Ma è importante controllare l'apporto di fluoro con goccine o pastiglie a seconda del tipo di alimentazione o della zona di residenza (venite a trovarci e valuteremo insieme ) . 

Ma questo vuol dire che appena nascono possono già cariarsi i denti dei nostri figli?
Si, se non viene pulita la bocca il rischio di carie è effettivamente elevato, ma ci sono altri fattori che lo ampliano. Il primo, poco conosciuto e principale, è la trasmissione batterica da genitori a figli con i classici " assaggi". Quando assaggiate la tettarella perchè non bruci il latte o fate " aeroplanino bocca mia bocca tua", ecco in questi momento passate i batteri vostri a vostro figli e se siete cario recettivi la situazione può diventare grave. La realtà è che è meglio un ciuccio caduto a terra di un ciuccio ciucciato da mamma .



 Attenzione Lasciare in culla i biberon con succhi e tisane (anche quelle senza zucchero) è pericoloso, come il ciuccio imbevuto di miele. Questi 2 VIZI sono la causa principale delle "carie da biberon", ossia i denti da latte cariati a causa del continuo contatto con sostanze zuccherate, acide e conteneti carboidrati.



http://www.dentalpediatrics.it/carielattante.html

Commenti

Post popolari in questo blog

Black is the new BlanX! Il nuovo dentifricio provato per voi.

È nato da poco un nuovo dentifricio della famiglia Coswell: BlanX Black ai carboni attivi.

Lo sto provando e posso dire che come tutti i BlanX è delicato, dal sapore piacevole senza essere troppo invadente ed illumina subito il sorriso.

Vorrei poi segnalare una cosa che non sapevo e mi ha dato qualche bella idea per bimbi poco vogliosi di lavarsi i denti. Ai bambini avere tutta la bocca grigia ( perchè la schiuma diventa grigia) piace tantissimo e li stimola a lavarsi a lungo i denti. La figlia del mio fidanzato non vedeva l'ora di provarlo ed è stata 5 minuti a lavarsi i denti guardandosi con attenzione.

Attenzione è un dentifricio per adulti, quindi non può essere usato quotidianamente se ci sono numerosi denti da latte, ma avendo un basso potere abrasivo può aiutare nella motivazione dei più piccoli.

Per saperne di più, se siete colleghi potete trovare tutte le info nel gruppo Coswell Oral Care Club di facebook a questo link https://www.facebook.com/groups/738041049880735/perm…

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

Famiglia è chi condivide il portaspazzolino (cit. Ikea)

La splendida risposta di Ikea al congresso di Verona.