Passa ai contenuti principali

Coswell SpA scelta come "Azienda certificata Oralcare Pro"


Comunicato stampa
 
Coswell SpA scelta come "Azienda certificata Oralcare Pro"
Oralcare.pro ha trovato nel gruppo Coswell il partner ideale per aggiungere valore al proprio network di professionisti
Il network Oralcare.pro nasce con l'obiettivo di mettere in relazione i professionisti dell'igiene dentale con il proprio pubblico, ma anche con realtà di accertato valore: aziende serie ed innovative, che credono fortemente nella figura dell’igienista dentale.
Da questi presupposti, esattamente un anno fa è nato un primo avvicinamento fra il newtork e il gruppo Coswell, una grande realtà nell’area dell’health care e oral care, con brand di assoluto prestigio quali Biorepair e Blanx. E da quel primo incontro oggi nasce un'importante partnership: Coswell Spa diventa "Azienda Certificata Oralcare Pro".
Ai fini di certificazione, e per avere la certezza che il partner potesse realmente aggiungere valore al network Oralcare.pro, sono stati valutati attentamente determinati requisiti aziendali. Innanzitutto doveva trattarsi di una realtà seria, affidabile, ed innovatrice, con una mission chiara ed autentica, che crede fortemente nel valore dell'igiene orale e nella professionalità degli igienisti; deve operare nel pieno rispetto dei propri collaboratori, con una produzione che si mantiene in prevalenza nel proprio territorio d'origine (Italia o Europa); crea prodotti che realmente migliorano la salute del sorriso, e li sviluppa attraverso un piano di ricerca, anche avvalendosi della collaborazione con esperti del settore.
Coswell Spa ha dimostrato di possedere tutti i requisiti richiesti, atti a garantire agli igienisti dentali un valore aggiunto quale sponsor e partner del network Oralcare.pro.
«Sono molto felice di informare che grazie a Coswell Spa, il network Oralcare Pro continuerà a sviluppare i progetti in essere e a proporre significative innovazioni per migliorare la professionalità e quotidianità degli igienisti dentali italiani - dichiara Alice Alberta Cittone, Project Leader Oralcare.pro - che prosegue: «Ho il piacere di anticipare, inoltre, che grazie a Coswell Spa, il progetto di rendere Oralcare Pro internazionale sarà presto attivato. Ciò che voglio garantire a tutti gli igienisti dentali Oralcare Pro è che questa partnership non avrà in nessun modo effetto sull’indipendenza del network, caratteristica fondamentale per garantire credibilità alla piattaforma e a noi professionisti, e vero requisito per cui Coswell Spa ha scelto di stare al nostro fianco. Infine - conclude Cittone - desidero ringraziare Andrea Gualandi, AD di Coswell Spa, e tutta la sua famiglia per aver creduto nella mission e nella vision di Oralcare Pro e scelto di sostenerle per migliorare lo stile di vita delle persone, partendo dal sorriso».



Commenti

Post popolari in questo blog

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

I dentifrici neri e la nuova levata di scudi sulle supposizioni

Ieri, mentre aspettavo i pazienti, ho dato una lettura a Facebook ed ho visto sulle pagine di molti colleghi una levata di scudi contro i dentifrici ai carboni attivi, quelli neri per intenderci.

Al che, preoccupata, visto che da poco ho rilevato clinicamente che non hanno effetti collaterali e possono essere tranquillamente utilizzati, sono andata a leggermi l'articolo da cui tutti hanno preso la notizia ( vai all'articolo QUI ).



L'ho letto e non ho ben capito come mai è diventato subito il nemico numero uno dei colleghi.
Leggendo l'articolo si evince che:
- si basa su una revisione bibliografica precedente al 2017
- si suppone che possa creare danni, ma non vi sono nè prove, nè certezze, nè dimostrazioni in vivo o in vitro della cosa.
- si suppone possano restare residui tra le otturazioni o nei solchi
- si suppone l'abrasività sia troppo aggressiva
-si dichiara sia senza fluoro

Sulla dichiarazione del senza fluoro si sofferma moltissimo l'articolo, sappiamo…