Passa ai contenuti principali

Ho voglia di blog, ma sono pigra! ( Il diario di Alice- premessa)

Una volta non c'era giorno in cui non scrivessi sul mio blog.
Oggi devo mettermi dei promemoria, a cui non do retta, per farlo.

Sono arrivati i social, la scrittura abbreviata, le x al posto dei per e la possibilità di poter dire un pensiero, senza controllare sia ben impaginato.

Ne ero entusiasta, ma come per tutto, anche i social mi stanno stufando.No, non è vero, mi piacciono, ma per quello per cui sono nati, socializzare.
Sì! Per condividere devo battere la pigrizia, la comodità di facebook, dei social connessi, per tornare ad impagirare un pensiero ed a ricordarmi come si scrive, senza abbreviare o inventare parole social.





Ho perso la pazienza. Mi ritrovo dentro gruppi con potenzialità enormi, ma raccolti in un incubatore sbagliato, il gruppo facebook, dove perdi i post, ti salti discussioni e la home ti notifica sempre roba vecchia.

Ma i vecchi e favolosi forum, proprio non vanno piùà di moda?
Per fortuna i blog, resistono.
Nel 2012 ho scelto di interrompere il blog del mio alterego e di aprire questo.
Professionale, dedicato. Ma sapete che c'è!
Che palle!
Dopo che vi ho raccontato come ci si deve lavare i denti e perchè asndare dall'igienista dentale è bene, che vi dico?
Io non sono una star del video. Sono troppo spontanea per provare e troppo frettolosa per bucare lo schermo.
Io sono Alice, mi sono sempre distinta per questo.


Il motivo per cui ho perso la voglia di scrivere un blog e preferito l'immediatezza dei social è che mi piace spaziare nei miei pensieri ed in ciò che racconto ed ho sbagliato a credere di poter esser una dental blogger.

Un altro motivo, validissimo, la mia incapacità ad usare il touch per scrivere, mi serve la tastiera, inesorabilmente mi serve un pc, quindi una postazione e ...a volte la pigrizia fa preferire lo smartphone (ma che a volte, sempre).

Il problema è che facebook domani può chiudere o può semplicemente scegliere di bannarmi. Ed io perderò i miei ricordi virtuali. Le mie battaglie di pensiero, le mie opinioni scritte nel web.
Non ci sto.

COme fare?
Tornando a scrivere sul blog.
Alice Mastroianni è ormai una ReGina in pensione, non la scomodo di sicuro. Quindi non mi resta di metterci Alice Cittone nel ruolo di romanziere, cantastorie o semplicemente attore di questo blog.
In quali vesti vi chiederete?
Igienista dentale, imprenditrice, donna, pensatrice vulcanica, torinese, sviluppatrice di community e progetti social, sognatrice e #slashers. Un piatto completo, insomma!


Al solo pensiero già son annoiata, dovrò sicuramente trovare un modo per dettare i miei pensieri al blog, ne ho uno, ma ha una pessima punteggiatura. Attendo con ansia AI come assistente personale, che scrive per me in queste domeniche bellissime e solitarie.

Ah! Prima ho fatto un video, pensato per facebook! Lo pubblicherò qui! Con un link qui indirizzato da facebook. Chissà se mi darete ragione. Che chi ha voglia di scrivere e leggere, ha voglia di blog, dove le discussioni non si perdono nella home, dove è facile mantenere un rapporto diretto, dove è più difficile dimenticarsi della conversazione.
Forse sbaglio.
Probabilmente sono io che voglio convincervi che così è meglio perchè per me è meglio.
Facebook porta tanti like, tantissime visualizzazioni, ma poco confronto e dove lo concede, lo rende troppo dispersivo.




Mi chiedevo se negli algoritmi di facebook un articolo così avrà visibilità. Non credo. Ecco perchè vi ho inserito le foto, che nulla hanno a che fare con ciò che ho scritto, almeno alla prima impressione.
In realtà ogni immagine è scelta per riferirsi ad un argomento descritto subito prima. :)

E poi devo dirvela tutta, chissenefrega.
Nella mia social adventure mi ero sempre disinteressata dei numeri, mi son sempre concentrata sui risultati e ottenerli in modo che mi piacesse ciò che stavo facendo.
Questo post è più un promemoria per me. Un: " ricomincio da qui" " questa sono io" " i consigli di Alice non sono solo denti" insomma... ho trascorso 2 ore a scrivere ed è l'unica cosa che realmente conta. Scrivere qualcosa che desideravo condividere, non per forza con qualcuno, anche solo metterlo da qualche parte dove non andasse perso, poichè spesso i ricordi sfuggono ed io questo periodo della mia vita, qualsiasi piega poi prenderà, non voglio dimenticarmelo MAI!


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Mi arriva una mail : afte in bocca e sesso orale ?

Oggi, a casa con l'influenza, consapevole che probabilmente esploderanno afte nella mia bocca, perchè accade sempre quando ho il raffreddore, ricevo una mail sulla casella professionale.
Il titolo è : Sesso Orale e Afte in bocca.



Innanzitutto mi fa piacere, molto, che quella mia telefonata, sia servita a un ragazzo per farsi delle domande, porsi dei dubbi e chiedere un consiglio.  In secondo luogo, trovo importante , comunque, ricordare a lui ed a chi leggerà questo post, che io posso scrivere e esporre il mio pensiero, il mio parere, la mia esperienza o quello che ho studiato, ma recarsi realmente da un medico o uno specialista del settore di argomento è sempre bene per evitare diagnosi errate o peggio non diagnosi. 
Per il resta la mia risposta è : non lo so, forse.

I dentifrici neri e la nuova levata di scudi sulle supposizioni

Ieri, mentre aspettavo i pazienti, ho dato una lettura a Facebook ed ho visto sulle pagine di molti colleghi una levata di scudi contro i dentifrici ai carboni attivi, quelli neri per intenderci.

Al che, preoccupata, visto che da poco ho rilevato clinicamente che non hanno effetti collaterali e possono essere tranquillamente utilizzati, sono andata a leggermi l'articolo da cui tutti hanno preso la notizia ( vai all'articolo QUI ).



L'ho letto e non ho ben capito come mai è diventato subito il nemico numero uno dei colleghi.
Leggendo l'articolo si evince che:
- si basa su una revisione bibliografica precedente al 2017
- si suppone che possa creare danni, ma non vi sono nè prove, nè certezze, nè dimostrazioni in vivo o in vitro della cosa.
- si suppone possano restare residui tra le otturazioni o nei solchi
- si suppone l'abrasività sia troppo aggressiva
-si dichiara sia senza fluoro

Sulla dichiarazione del senza fluoro si sofferma moltissimo l'articolo, sappiamo…